Corti selezionati

  • 13 October 2017

La Commissione di selezione ha individuato le seguenti opere da sottoporre al giudizio della Giuria per individuare il vincitore del Primo Premio:

Tempismo di Gianni Aureli
Wild Dyptich Version  di Andrea Cavallari / Maretta Giorgia
El Vagon di Gaetano Crivaro
Prima Che L'ora Cambi di Morgan Menegazzo
L'immagine Animale di Dio II di Andrea Leonessa
Ferruccio, Storia di Un Robottino di Stefano De Felici
Manto di Gianluca Marinelli
Buonavisione di Edoardo Genzolini
 

Ha individuato inoltre le seguenti opere candidate all'assegnazione della menzione speciale "Il Mosaico":

Axioma di Elisa Possenti
Nonneta. Memorie da un letto infermo di Paolo Sponzilli
Senza occhi, mani e bocca di Paolo Budassi
Una bellissima bugia di Lorenzo Santoni
NAUSICAA di Alessandro Melchionda

 

 

Le altre menzioni speciali (per un totale massimo di 5) saranno scelte a prescindere dai due elenchi riportati sopra e cioè tra tutte le opere iscritte al concorso.

Luca Ferri al Cinema Roma di Seregno

  • 9 October 2017

 

 

Il 27 Ottobre alle ore 21.30 al Cinema Roma di Seregno verranno proiettati alcuni lavori del regista Luca Ferri che quest'anno con onore è il nostro Presidente di Giuria. La serata verrà introdotta da Matteo Marelli (Uzak, FilmTV) e Giulio Sangiorgio (Direttore di FilmTV).

 

INGRESSO GRATUITO

 

Cane Caro

Un anziano signore porta il suo amato cane in una severa clinica da un dottore russo somigliante ad Adorno. Il sangue del suo quadrupede deve essere pulito attraverso alcune macchine automatiche. Nella lunga ed estenuante attesa osserva i procedimenti medici e tutti i movimenti degli infermieri mentre riflette sul piacere che prova nell'affidarsi agli automatismi dei procedimenti meccanici.

Colombi

una coppia d'innamorati trascorre insieme un secolo di vita mentre le mode, gli oggetti e i film si susseguono in una lenta ed inesorabile discesa verso il raccapriccio.
la loro ossessione per i pomelli ottagonali delle caffettiere e per il design anonimo li accompagnerà lungo il passare delle decadi.
invecchiando e perdendo lentamente le forze, ma mai la lucidità, preferiranno escludere il mondo, oscurando e sigillando le persiane della loro abitazione e rinchiudendosi in loro stessi, sfogliando vecchie enciclopedie di animali estinti.

Caro nonno

tre nipoti accomunate dalla stessa voce meccanica scrivono una lettera al loro “caro nonno”.

forse sono gemelle, di certo si assomigliano come sorelle. si trovano geograficamente agli opposti, eppure nello stesso posto. confessano le loro misere e paralizzate esistenze al loro despota ottuagenario, chiedendogli il perché di tanto rancore nei confronti di goethe, calvino e wallace e il perché di un amore-odio inconfessato e inconfessabile per stravinsky.

l’apparizione del nonno chiarirà ogni dubbio.

In collaborazione con

 

 

Pagine