Autoproduzioni

2007 - Cellula staminale DGM

 

 

Il video realizzato da Brianza Film Corto nel 2007 come "Manifesto" del proprio primo festival di corti, sul tema della censura dell'opera d'arte Cellula Staminale DGM, proposta da Davide Giuseppe Mauri all'interno del Festival Din Don D'Arte, terza edizione, presso Villa Bertarelli a Galbiate.

 


2009 - Migranti

 

 

Le testimonianze presentate in questo documentario vengono raccolte nell'arco di diversi mesi. E' fondamentale il contributo sia di Luciana Spagnoli dello sportello immigrazione CGIL di Monza sia di Saidou Moussa Ba. La prima per la ricerca tenace tra i migranti di persone disposte a dedicare una parte del loro poco tempo a raccontare la propria esperienza in cui spesso è ancora vivo il sentimento di sofferenza. Il secondo, riferimento radicato nella comunità senegalese milanese, per la sensibilità con cui si è avvicinato alle diverse culture di provenienza degli intervistati con i quali condivide un percorso di ricerca che guarda alla propria differenza da una prospettiva non opprimente e non rassegnata.

 


2011 - L'acqua: bene comune (con Moni Ovadia)

 

 

L'associazione culturale Bmovies, organizzatrice del festival di cortometraggi BrianzaFilmCorto, per l'edizione 2011 si avvale del sostegno di un testimonial d'eccezione quale il famoso artista Moni Ovadia, già impegnato nella difesa di diritti civili in questo video ribadisce l'importanza di difendere l'accesso di tutti ad un bene primario: l'acqua.
Acqua, tema di una delle sezioni che verranno premiate nel festival di quest'anno: Brianza Film Corto H2O (acqua come bene comune).

 


Un 69 per mio figlio

 

Prodotto nel 2014 registra lo stato di degrado in cui versa il sistema scuola. E di conseguenza il livello culturale nel nostro paese. La precarietà è una realta che riguarda sempre più ogni aspetto della nostra vita: versione mediterranea delle politiche liberari in ambito lavorativo che ci rendono insicuri e vulnerabili. Il corto ricorre all'ambiguità dei saperi/corpi che si prostituiscono nell'ovattata e saporifera contea brianzola.